Come fare per


3.5.06 - Espropriazione mobiliare presso il debitore
Scheda aggiornata al 18/05/2015
Cos’èÈ un atto compiuto dall’ufficiale giudiziario su richiesta di uno o più creditori muniti di titolo esecutivo. Esso ha per oggetto beni mobili del debitore che si trovano nella casa del debitore o negli altri luoghi a lui appartenenti.
Chi può richiederloIl pignoramento può essere richiesto da uno o più creditori muniti di titolo esecutivo.
Dove si richiedeCancelleria Esecuzione Mobiliari
Come si richiede e documenti necessari

Per l’esecuzione forzata su cose mobili è competente il Giudice del luogo dove le cose si trovano. Il pignoramento va richiesto all’ufficiale giudiziario della circoscrizione del Tribunale di Marsala.

L’ufficiale giudiziario, una volta che ha proceduto al pignoramento, ha tempo ventiquattro ore per il deposito del processo verbale, del titolo esecutivo e dell’atto di precetto nella cancelleria del Tribunale competente.

Una volta depositato il processo verbale relativo al pignoramento, la cancelleria provvede alla formazione del relativo fascicolo.

Al momento del deposito dell’istanza di vendita o di assegnazione dei beni pignorati, che non può essere presentata se non sono decorsi 10 giorni dal pignoramento, il creditore procedente o intervenuto deve allegare:

  • la nota di iscrizione a ruolo;
  • il contributo unificato;
  • la marca da bollo (se dovuta).

Qualora il bene pignorato sia un autoveicolo, all’istanza di vendita deve essere allegata anche una visura del Pubblico Registro Automobilistico che attesti che il veicolo sia effettivamente di proprietà del debitore e che non sia gravato da ipoteche.

Costi
  • Contributo Unificato come da tabella allegata e salvo esenzioni
  • Una marca da bollo da € 8,00 per diritti forfettari di notifica
  • € 37,00 per un valore del precetto pari o inferiore a € 2.500,00 ; € 121,00 per un valore del precetto superiore a € 2.500,00