Come fare per


3.5.04 - Intervento di creditori
Scheda aggiornata al 18/05/2015
Cos’èCon l’intervento il creditore ha la possibilità di partecipare alla distribuzione della somma ricavata, nonché di partecipare all’espropriazione del bene pignorato e provocarne i singoli atti esecutivi.
Chi può richiederloPossono richiederlo i creditori che nei confronti del debitore hanno un credito fondato su un titolo esecutivo, nonché i creditori che, al momento del pignoramento, avevano eseguito un sequestro sui beni pignorati, ovvero avevano un diritto di pegno o un diritto di prelazione risultante dai pubblici registri ovvero erano titolari di un credito di somma di denaro risultante dalle scritture contabili di cui all’art. 2214 c.c.
Dove si richiedeCancelleria Esecuzioni Immobiliari
Come si richiede e documenti necessari

L’intervento avviene con ricorso da depositare presso la Cancelleria delle Esecuzioni Immobiliari del Tribunale di Marsala prima che sia tenuta l’udienza in cui è disposta la vendita o l’assegnazione.

Il ricorso deve contenere:

  • l’indicazione del credito e del suo titolo;
  • la domanda per partecipare alla distribuzione della somma ricavata;
  • la dichiarazione di residenza o l’elezione di domicilio nel Comune in cui ha sede il Giudice competente per l’esecuzione.

Ai titolari di un credito di somma di denaro risultante dalle scritture contabili di cui all’art. 2214 c.c. viene richiesto un ulteriore adempimento, ovvero l’allegazione, a pena di inammissibilità, dell’estratto autentico notarile relativo alle menzionate scritture contabili.

La possibilità di un intervento tardivo è contemplata dagli artt. 528, 551 e 565 c.p.c.

CostiNon sono previsti costi