Come fare per


3.4.11 - Autorizzazioni del Giudice Tutelare (relative) a minori
Scheda aggiornata al 18/05/2015
Cos’è

I genitori di un minore congiuntamente, o quello di essi che esercita in via esclusiva la potestà, rappresentano i figli nati e nascituri in tutti gli atti civili e ne amministrano i beni.

È necessaria la preventiva autorizzazione del Giudice Tutelare per tutti gli atti che eccedono l’ordinaria amministrazione, come per esempio:

  • alienare, ipotecare o dare in pegno i beni pervenuti al figlio a qualsiasi titolo, anche a causa di morte;
  • accettare o rinunciare a eredità o legati;
  • accettare donazioni, procedere allo scioglimento di comunioni, contrarre mutui o locazioni ultra-novennali.
Chi può richiederloI genitori del minore congiuntamente o chi esercita in via esclusiva la potestà genitoriale.
Dove si richiedeCancelleria Volontaria Giurisdizione
Come si richiede e documenti necessari

Il ricorso deve essere presentato presso la Cancelleria Volontaria Giurisdizione del Tribunale di Marsala o della sezione distaccata competente per territorio in relazione alla residenza del minore.

Il richiedente deve presentare presso la Cancelleria:

  • un ricorso debitamente compilato e motivato;
  • la nota di iscrizione a ruolo;
  • la necessaria documentazione giustificativa (ad. es. l’offerta della banca relativa all’investimento proposto, la bozza del contratto da stipulare ecc.).
Costi
  • Esente da Contributo Unificato 
  • È invece soggetto al pagamento: 
  1. della marca da bollo da € 27,00 per diritti forfettari di notifica (art. 30 D.P.R. 115/02); 
  2. dei Diritti di Copia e di certificato previsti dall’art. 40 D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115 (T.U. in materia di spese di giustizia).