Come fare per


3.2.01 - Accettazione dell’eredità con il beneficio dell’inventario
Scheda aggiornata al 18/05/2015
Cos’è

L’eredità può essere accettata puramente e semplicemente o con il beneficio d’inventario.

L’accettazione dell’eredità con il beneficio d’inventario consente di tenere separato il patrimonio del defunto da quello dell’erede, in questo modo l’erede non è tenuto al pagamento dei debiti ereditari e dei legati oltre il valore dei beni a lui pervenuti.

Questa procedura è obbligatoria se l’erede è un minore oppure se è stato interdetto o inabilitato, o se è sottoposto ad amministrazione di sostegno o se si tratta di una persona giuridica.

L’accettazione con il beneficio d’inventario si fa mediante dichiarazione ricevuta da un Notaio o dal cancelliere del Tribunale del Circondario in cui si è aperta la successione.

Chi può richiederloIl chiamato all’eredità e, nel caso di minori, interdetti, inabilitati e persone giuridiche, chi li rappresenta.
Dove si richiedeCancelleria della Volontaria Giurisdizione
Come si richiede e documenti necessari

L’accettazione dell’eredità con il beneficio d’inventario si compie mediante dichiarazione ricevuta da un Notaio oppure dal cancelliere del Tribunale di Marsala, ove si è aperta la successione.

La dichiarazione di accettazione con il beneficio d’inventario deve essere preceduta o seguita dall’inventario, per la cui formazione l’interessato dovrà presentare apposita istanza al Tribunale, che provvederà con decreto di designazione del pubblico ufficiale (Notaio o cancelliere).

Se l’erede è in possesso di beni ereditari e intende accettare l’eredità con il beneficio d’inventario, deve fare l’inventario entro tre mesi dal giorno dell’apertura della successione o della notizia della devoluta eredità. Se l’inventario non è compiuto entro questo termine, l’erede decade dal beneficio e viene considerato erede puro e semplice.

Se l’erede non è in possesso di beni ereditari, può fare la dichiarazione di accettare l’eredità con beneficio d’inventario fino a che il diritto di accettare non è prescritto. Una volta fatta la dichiarazione di accettazione con beneficio, l’inventario deve essere redatto entro tre mesi.

Se l’interessato non intende presentare la dichiarazione di accettazione con il beneficio d’inventario presso un Notaio, deve presentarsi presso la Cancelleria delle Successioni del Tribunale competente per territorio, previo appuntamento, munito dei seguenti documenti:

  • certificato di morte (in carta libera);
  • documento di identità valido;
  • codice fiscale;
  • copia autentica dell'eventuale testamento (in bollo);
  • copia autentica dell'autorizzazione del Giudice Tutelare, se tra gli accettanti vi sono dei minorenni, persone dichiarate interdette o inabilitate.
TempiLa richiesta è recepita contestualmente alla presentazione
Costi
  • Esente da Contributo Unificato

 

È invece soggetto al pagamento di: ?

  • due marche da bollo da € 16,00 (una per il verbale di accettazione e una per il ritiro della copia per la trascrizione); ?
  • marca da bollo da € 11,06 per diritti di cancelleria (€ 33,18 per il ritiro urgente della copia); ?
  • imposta di registro di € 294,00 (€ 200,00 per imposta ipotecaria, € 59,00 di bolli forfettizzati e € 35,00 di tassa ipotecaria) per la trascrizione dell’atto all’Ufficio del Territorio.